Fusco Felice

Nacque  a  Marcianise  il  22  ottobre  1736  da  Alessandro  e Nicoletta Baldi.
A  42  anni  fu  primo  Tenente nel Reggimento Nazionale di Puglia,  e  fece  pregevoli  pubblicazioni  sull’arte  della  guerra  e sulla strategia militare.
Nel  1782  a  mezzo  della  stamperia Perugina di Napoli, pubblicò  due  volumi;  il  primo  intitolato Istituzioni militari, il  secondo  intitolato Della  tattica  sperimentale.  Entrambi  i  volumi  furono  dedicati  al  Principe  Ereditario  Francesco  di Borbone, che poi fu Re delle Due Sicilie col nome di Francesco I.
In linea di massima, dai suoi scritti si rilevano una cospicua cultura  militare  ed  un  intelletto  non comune. Egli fu propugnatore della corrente che richiedeva nel Generale Comandante, in preponderanza  la  preparazione  scentifica,  e  subordinava  a  questa, la pratica strategia appresa sui campi di battaglia.
Indubbiamente  i  suoi  scritti  dovettero essere di pregio, perchè  furono  dedicati  al  Principe Ereditario, e sarebbe stata irriverenza  il  tanto  osare,  se  non  fossero  stati di una certa entità; e  poi  un  Ufficiale  che  dà  alle  stampe  un  trattato  di  strategia militare,  non  può  indursi  a  tanto con facilità e leggerezza, così come  un  qualsiasi  poeta da strapazzo, o novelliere improvvisato.
Certo  egli  scriveva  circa  150  anni or sono, e per considerarne il valore bisogna rapportarsi ai suoi tempi; oggi, i suoi concetti  sono  completamente  superati  dai  passi  giganteschi  fatta dalla nostra scuola di guerra in materia di strategia militare.
Il Fusco morì da Maggiore di Battaglione.

Aggiungi un commento